Recensione film “Men in Black 3″ (2012): un ottimo film per il ritorno al cinema della saga Men in Black

Finalmente, dopo 15 anni, due film (di cui il secondo davvero imbarazzante e da dimenticare), una serie televisiva animata e un buon numero di videogiochi, è arrivato al cinema ciò che ci si aspettava da lungo tempo: una bella trama credibile per il nuovo film Men in Black 3 (uscito al cinema in Italia dal 23 Maggio 2012). Squadra che vince non si cambia, quindi nel film Men in Black 3 ci sono sempre Tommy Lee Jones e Will Smith come interpreti, e ci sono sempre Barry Sonnenfeld come regista e Steven Spielberg come produttore. Ma stavolta il film Men in Black 3 è piu “scoppiettante”, ha davvero dei colpi di scena, ha meno sciocchezze irreali (pur essendo un film di fantascienza) ed è molto più godibile. Nel film Men in Black 3 ci sono molte meno battute e gag, ma questo nuovo film del 2012 non è come il secondo capitolo datato 2002, dove la trama era zero, la durata del film esigua e tutti i dialoghi erano un continuo di battutine e gag (sembrava di assistere a una lunga e stucchevole puntata di Zelig !). Il nuovo film Men in Black 3 del 2012 rivaluta invece quella cosa troppo spesso sottovalutata e chiamata “trama”, elemento importantissimo affinchè un film sia un bel film.

Nel film Men in Black 3 c’è quindi tutto: colpi di scena, paradossi temporali, segreti (anche personali) svelati, c’è posto per la lacrimuccia ma anche per la risata, c’è un ottimo finale e (finalmente !) dei personaggi comprimari da bel film di fantascienza e non da pessimo film comico. E infatti Men in Black 3 è un buon film di fantascienza. La maggior parte del film è ambientata nel 1969 e le ricostruzioni d’ epoca (dalle strade di New York alla ricostruzione di Cape Canaveral) sono stupendamente realistiche e credibili, come anche tutta la “retrotecnologia” adottata dai MiB degli anni ’60. Perfino la scenografia del quartier generale, che nel secondo film abbondava stucchevolmente di Burger King e altre amenità pubblicitarie, è ora molto più sobria e professionale nel film Men in Black 3, dando la sensazione di un vero ambiente di lavoro pseudo-governativo, e non si sente la mancanza dei pupazzi: i gemelli Xibirit e Bob, come muti operatori alla consolle. Meno alieni pupazzosi quindi nel nuovo film Men in Black 3, ma un grande cattivo di nome Boris l’ Animale, una fotografia luminosa e colorata come si confà ai colorati anni ’60 americani e il film è servito. Davvero un ottimo prodotto questo Men in Black 3, che cancella l’ insuccesso e la pessima qualità del secondo capitolo della saga. Dopo ben quattro stagioni di serie televisive animate, dove la trama era tutto ed era anche ottima, il duo Spielberg e Sonnenfeld ha capito che la qualità stava proprio nella sceneggiatura e non nelle faccette dei protagonisti. Tommy Lee Jones si vede poco nel film Men in Black 3, praticamente sostituito dal bravisimo e perfettamente in parte Josh Brolin. Resta solo da capire perchè la canzone dei titoli di coda del film (davvero orribile !) sia cantata dall’ onnipresente presenzialista Pitbull e non da un bravo performer come appunto Will Smith che, oltre ad essere presente nel cast del film Men in Black 3, aveva firmato le canzoni dei due precedenti capitoli della saga. Una piccola pecca, evitabile, per un ottimo film da non perdere !

(Articolo a cura di: IL MiB)

Trailer film Men in Black 3 in 3D (2012)

(Qualora il Video-Trailer del film Men in Black 3 non fosse visibile, potete segnalarlo riportando il link dell’ articolo e scrivendo a: redazioneioblog@gmail.com
Provvederemo a sostituire il Video-Trailer del film)

Tag: , , ,
Di

2 Commenti al post “Recensione film “Men in Black 3″ (2012): un ottimo film per il ritorno al cinema della saga Men in Black”


  1. duccio scrive:

    ehi MIB stavolta sono d’ accordo con te… una curiosità: ma IL MIB sta per men in black ?

  2. IL MiB scrive:

    Esattamente Duccio !
    ;)

Lascia un commento