Valerio Mastrandea nel film “Good Morning, Aman” del regista Claudio Noce. Prossimamente al cinema

agosto 21, 2009 Ancora nessun commento »

valerio-mastrandea-nel-film-good-morning-aman-del-regista-claudio-noce-prossimamente-al-cinemaIl film “Good Morning, Aman” è primo film del regista Claudio Noce.
Il 34enne romano Claudio Noce è già autore di documentari e cortometraggi di successo, tra cui il film “Gas” del 2003 con Elio Germano, e il film “Aria” del 2005 (vincitore del David di Donatello e del Nastro d’ Argento come miglior corto dell’ anno).
Il film “Good Morning, Aman” è interpretato da Valerio Mastandrea, Said Sabrie e Anita Caprioli; la sceneggiatura del film è stata scritta dal regista Claudio Noce insieme a Heidrun Schleef, Elisa Amoruso e Diego Ribon.
“Good Morning, Aman” è un film indipendente a basso budget, che si è potuto realizzare solo grazie al decisivo contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.
Il film “Goog Morning, Aman” deve molto anche all’ attore Valerio Mastandrea che si è innamorato del progetto e ha deciso di diventarne produttore associato rinunciando al suo cachet abituale.

Il film “Good Morning, Aman” dovrebbe uscire al cinema ad Ottobre 2009.

L’ IDEA DEL FILM “GOOD MORNING, AMAN”: dal documentario al primo film di Claudio Noce


Il film “Good Morning, Aman” aspira a far riflettere sull’ integrazione gettando uno sguardo sull’ irreversibile processo multiculturale che sta cambiando la nostra società.
L’ idea del film è nata 3 anni fa, quando al regista Claudio Noce è stato commissionato un documentario sul mondo del lavoro per il centenario della CGIL. Per girare il suo documentario, Claudio Noce aveva individuato una lavanderia a gettone romana gestita da un immigrato del Bangladesh e qui gli è apparso il vero Aman del suo film: un giovane somalo che ha chiesto a Claudio Noce di essere intervistato nel documentario che doveva girare.
In quelle riflessioni sul lavoro e sulla mancanza di lavoro, accanto ai profili degli altri immigrati, la testimonianza del somalo sul suo arrivo a Roma da Mogadiscio all’ età di 4 anni, la sua crescita a Tor Bella Monaca, la sua vita da cittadino italiano, ha ispirato la storia del film “Good Morning, Aman”, il primo film per il cinema di Claudio Noce.

LA TRAMA DEL FILM “GOOD MORNING, AMAN”

Il film “Good Morning, Aman” è ambientato nella Roma di oggi e racconta l’ insolita storia di amicizia tra il giovane 18enne italiano di origine somala Aman (interpretato dall’ attore Said Sabrie) e Teodoro (interpretato da Valerio Mastandrea), un ex pugile di 40 anni con un doloroso passato. Nella trama del film “Good Morning, Aman”, l’ amicizia di Teodoro con Aman nasce sui tetti dell’ Esquilino, dove i due si rifugiano a riflettere sulle rispettive solitudini e a combattere una comune ed angosciosa insonnia. Proprio questa amicizia aiuta Teodoro ad uscire dall’ isolamento in cui vive da anni. A sua volta Teodoro insegna ad Aman che la solitudine può essere un trampolino per conoscere la vita.
Nella trama del film, Aman incontra Sara (interpretata da Anita Caprioli) e se ne innamora. Ma Sara è una giovane donna in cerca di se stessa, e rappresenta per Amam un sogno irrealizzabile che appare e scompare e che ha come sfondo una Roma fatta di disperazione, orgoglio e speranze.

IL COMMENTO DEL REGISTA CLAUDIO NOCE SUL SUO FILM “GOOD MORNING, AMAN”

Il regista Claudio Noce ha così commentato il suo film “Good Morning, Aman”:
“Il film è un romanzo di formazione in cui si mettono a confronto due umanità smarrite e alla ricerca della propria identità scavando nel rapporto di amicizia e solitudine tra due italiani: uno bianco e l’ altro nero. Teodoro incarna una romanità un pò becera, sbiadita, forse un pò di destra, e l’ incontro casuale, con questo ragazzo somalo di 18 anni su una terrazza condominiale dell’ Esquilino li mette profondamente in contatto tra loro e con se stessi ed entrambi, pur con esiti opposti, troveranno la forza di liberarsi dalle catene”.

Tag: , ,
Di

Lascia un commento